338.

di Valeria

– lo sai che tra un po’ la ruota girerà di nuovo, sei pronta?
– spero che si buchi.
– è di legno, sciocca. come la tua testa.
– veramente non mi riferivo alla ruota.